Immagine

RUMORI DAL MARE! – 6/7 SETTEMBRE

RdM-Locandina_web

Annunci

Altre denunce per le giornate di lotta con i pastori

Questa volta è toccato alla procura di Oristano emettere 8 avvisi di garanzia per altrettanti compagni e compagne che a Febbraio nelle giornate della lotta dei pastori portarono la loro solidarietà nei blocchi.

Le denunce riguardano precisamente il blocco che si tenne al bivio di Uras l’11 febbraio, i reati contestati sono violenza privata, blocco stradale, manifestazione non preavvisata e travisamento. Continua a leggere

La RWM taglia

I giornali riportano la notizia che la RWM in seguito al blocco delle esportazioni imposto dal governo sta inizando ad accusare i primi colpi, e a pagarne le conseguenze sono i lavoratori stagionali, quelli con contratti brevi.

Ecco la nota dei sindacati: “Oltre a non rinnovare i contratti a tempo determinato – si legge in una nota delle segreterie regionali e sulcitane della Femca Cisl e Ficltem Cgil – per far fronte alla crisi l’azienda potrebbe ridurre anche il personale a tempo indeterminato, e c’è incertezza anche sul prosieguo dell’investimento da oltre 40 milioni di euro sul territorio”.

 

Nuoro, tre giorni, tre auto bruciate, tre sbirri senza macchina

I quotidiani on line di oggi 15 agosto riportano la notizia che questa notte ferragostana ha portato con se la sorpresa della terza macchina incendiata negli ultimi tre giorni, ad altrettanti appartenenti alle forze dell’ordine. Gli attacchi incendiari si sono svolti tutti a Nuoro.

Continua quindi la scia di attacchi alle forze dell’ordine, questa volta è toccato a un poliziotto e due carabinieri, di cui uno graduato.

Non vi sono notizie su eventuali moventi specifici o rivendicazioni, però i giornali stessi parlano di come negli ultimi tempi si sia intensificata la già più che opprimente presenza delle forze dell’ordine sul territorio nuorese, e di come essa possa essere la causa di questi attacchi. Una militarizzazione che in realtà interessa tutta l’isola – ovviamente senza dimenticare i poligoni e le innumerevoli caserme – e che non può che generare odio e insofferenza, che poi prendono le forme più diverse.

Seguiranno eventuali news.

nuoro in fiamme

 

E’ uscito il nuovo numero di NurKuntra

E’ uscito il numero estivo di NurKuntra, per avere copie scrivere a nurkuntra@inventati.org

Per copie nel cagliaritano scrivere alla mail del blog: nobordersard2016@gmail.com

nurkuntra4

Sgomberato XM24

Mentre a Bologna le ruspe sgomberano XM24 e Salvini trova nuovi argomenti per la sua infinita campagna elettorale qualcuno a Cagliari esprime solidarietà con uno striscione.

Pubblichiamo una foto ricevuta di uno striscione esposto nel pomeriggio di ieri sul bastione, in centro a Cagliari.

xm

Arriva lo stop alle esportazioni belliche verso Arabia saudita e Emirati Arabi. Cosa farà la RWM?

Il vice premier Di Maio l’aveva annunciato qualche giorno fa via social, da oggi è ufficiale. Lo stato italiano ha imposto uno stop di 18 mesi alle esportazioni belliche con i due principali partner commerciali della RWM. Continua a leggere

Doppio botto

Notte movimentata in costa est.

A Dorgali nel cuore della notte un ordigno rudimentale ha divelto la serranda della sede locale del Partito Democratico. Secondo quanto riportano i giornali non vi sono dubbi sulla natura del fatto, non si è trattato di un incidente. La segretaria del circolo dice di non aver avuto alcuna avvisaglia di malesseri. Ad ora non vi sono altre notizie.

Sempre questa notte ma un pò di chilometri a sud, a Cardedu, è stata data alle fiamme l’automobile del sindaco.

Ovviamente si è levato da parte delle forze politiche di qualsiasi colore un coro unanime di condanna per i fatti e la solita patetica richiesta di più sicurezza e più controllo. In altre parole, sbirri e militari per le strade, telecamere sui muri.

Dorgali

Ciò che rimane dell’ingresso della sede del PD di Dorgali.

Saluto al carcere di Bancali

La sera del 18 Luglio abbiamo portato un saluto ai detenuti del carcere di Bancali e al nostro compagno Robert trasferito nel carcere sassarese in seguito all’arresto nell’operazione Prometeo:

l’ennesima operazione repressiva che ha portato in carcere Robert, Natasha e Beppe.

Una quindicina di persone sono arrivate da un lato del carcere nonostante la presenza della Digos che pattugliava il territorio ed hanno urlato cori, acceso dei fuochi e lanciato qualche botto.

L’iniziale “timidezza”dei prigionieri è venuta meno con l’accensione dei fuochi d’artificio scatenando una vera e propria ovazione che ci ha scaldato il cuore. Speriamo che a Robert siano arrivate le nostre grida ed i messaggi da parte di amici e compagni che abbiamo letto al megafono.

Il carcere di Bancali lascia sempre il segno per la sua posizione in campo aperto con alte mura e circondato dal silenzio. Il nostro saluto è stato un momento per interrompere quel silenzio e condividere un momento diverso con i detenuti.

Ovviamente mentre il gruppo di solidali era già su strada, è stato fermato e perquisito dalla polizia del luogo e dalla Digos che ha mollato la presa senza lasciare le solite cartacce in mano ai fermati.

A Robert, Nat e Beppe va tutta la nostra solidarietà e vicinanza.

Tutti libere e fuoco alle galere.

Sullo sciopero della fame, di Nadia Lioce

Al Direttore del carcere de L’Aquila

per conoscenza al – Magistrato di Sorveglianza de L’Aquila – Garante Nazionale dei Detenuti

Da Nadia Lioce, detenuta in 41bis

Il 18 giugno 2019 alle ore 12:00 ho iniziato una battitura di venti minuti al giorno delle sbarre della finestra della camera detentiva come gesto di solidarietà e condivisione della protesta attuata con sciopero della fame dal 29/05/2019 da due detenute, anarchiche, della “sezione gialla” del carcere de L’Aquila attualmente classificata AS2 femminile. Continua a leggere