AGGIORNATO 2° campeggio antimilitarista, 6-10 ottobre, sud sardegna.

[Aggiornamento] Per motivi logistici abbiamo deciso di far slittare di un giorno le date del campeggio, che sarà quindi dal 6 al 10 ottobre.

La Rete No Basi né Qui né Altrove propone anche quest’anno cinque giorni di mobilitazione e campeggio, in concomitanza con l’inizio del secondo semestre di esercitazioni militari, per rafforzare i percorsi di lotta contro il militarismo e la militarizzazione dei territori della Sardegna e non solo. Continua a leggere

Mappa sulla distribuzione della presenza militare in Italia

Come sono distribuiti i militari all’interno dello stivale? Quali porti, strade e aeroporti usano più frequentemente? Continua a leggere

No Muos: avvisi di conclusione indagini per 129 attivisti

”Notificati questa mattina 129 avvisi di conclusione indagini per altrettanti attivisti no muos. L’accusa è di invasione di base militare.

Sì terrà quindi un maxi processo no muos con 129 imputati. Numeri da record che nemmeno le organizzazioni mafiose del territorio possono vantare.

Così gli attivisti no muos hanno accolto, sulla loro pagina facebook, la notizia dell’avviso di conclusione delle indagini per 129 persone, coinvolte nelle manifestazioni No Muos del 9 agosto 2013 e del 25 aprile 2014.

Mai fino ad ora gli attivisti No Muos si erano trovati in tanti, e tutti insieme, sotto l’attenzione della magistratura. La Procura di Gela ha chiuso le indagini e ha deciso di non archiviare il caso.

In più, tra i 129 manifestanti, in 34 dovranno rispondere anche dell’accusa di violenza e minacce a pubblico ufficiale, in quanto, secondo il pubblico ministero, «colpivano gli operatori di pubblica sicurezza con bastoni e diverse aste di bandiera e lanciavano verso loro pezzi di legno, bottiglie di vetro e pietre».

Gli altri dovranno invece rispondere di invasione della base, dove «l’accesso è vietato nell’interesse militare dello Stato» e rischiano o una sanzione di massimo 309 euro, o il carcere da tre mesi a un anno. Infine, dieci attivisti sono stati individuati come responsabili del taglio della recinzione con delle cesoie.

 

 

da : meridionews.ito-NO-MUOS-facebook

La fretta è cattiva consigliera

Ierifoto_532194_550x340 sera in Via Is Cornalias due zelanti sbirri hanno pensato bene di dare un senso alla loro stanca e noiosa estate. Hanno concluso uno dei soliti giri di pattuglia sopra un palo della luce…Il patatrac è avvenuto mentre stavano inseguendo “a tutta velocità” uno scooter, pare che il pilota abbia perso il controllo distruggendo la macchina contro un palo. Il fuggitivo ha così avuto modo di far perdere le sue tracce, gli sbirri sono finiti all’ospedale in condizioni non troppo gravi.

 

Trasferito di nuovo Davide Delogu. SCRIVIAMOGLI!

Davide Delogu è stato trasferito nella mattinata di sabato 6 agosto. Proprio quella mattina avrebbe avuto un colloquio con la sua compagna arrivata dalla Sardegna e che non vedeva da un anno. Da un anno non fa colloquio con nessuno, da più di due anni è sottoposto al 14 bis, tutt’ora è in isolamento e la posta soprattutto in entrata non gli viene consegnata.

Facciamogli sentire la nostra vicinanza continuando a scrivergli:

DAVIDE DELOGU
CONTRADA PIANO IPPOLITO 1
96011 AUGUSTA (SR)

Nuova contestazione contro Turkish Airlines

Un altro passo della resistenza oltremisura

Martedì 2 agosto una cinquantina di solidali con gli indagati e le indagate per l’irruzione agli uffici della Turkish Airlines del 2015, sono tornati ad interrompere la tranquillità dell’aeroporto di Caselle durante l’orario degli imbarchi della compagnia aerea turca.
Continua a leggere

L’alba alla RWM

Oggi all’alba una quarantina di persone hanno salutato il primo sole davanti alla fabbrica di bombe della RWM a Domusnovas. Per l’occasione probabilmente l’azienda ha preferito spostare un turno lavorativo evitando così il contatto tra manifestanti e operai.

Lo schieramento delle forze di repressione è stato imponente :  5 camionette antisommossa, varie pattuglie, unità cinofile,digossini in quantità e una spruzzata di guardia di finanza con l’aggiunta dell’elicottero ormai immancabile nelle giornate di lotta degli antimilitaristi.

la mattinata è trascorsa tranquilla con un’attento sguardo degli sbirri che scrutavano con eccessivo zelo anche chi si spostava per i suoi bisogni fisiologici.

La lotta alla RWM continua.

A Cagliari i militari varano l’operazione “estate sicura”

Ieri mattina nella zona del Poetto, spiaggia e quartieri di Cagliari e Quartu, carabinieri e militari hanno varato “un’operazione straordinaria di controllo”. L’operazione si è svolta tramite diversi posti di blocco lungo il litorale, elicottero nei cieli e addirittura uno sbarco in spiaggia.

Appare ovvia l’inutilità di un tale dispiego di mezzi per controllare patenti e libretti o al massimo trovare qualche cannetta nello zaino dei sedicenni diretti alla prima fermata. Appare ovvio anche il senso profondo di queste operazioni-esercitazioni, cioè quello di tentare di abituarci sempre di più alla presenza di carabinieri, militari e polizia nei momenti più vari della nostra vita. Vedere uomini in mimetica armati di mitra mentre in infradito ci apprestiamo a mangiarci il cucciolone può sembrarci oggi strano, ma l’abitudine arriva in fretta, proprio come ci siamo abituati in fretta a vedere quotidianamente la celere in piazza Yenne e Matteotti o la Brigata Sassari al porto. L’infiltrazione della militarizzazione nella società e nelle città è cosa lenta, ma chi se ne sta occupando non perde occasione per muovere le sue pedine. Lo scorso weekend durante il festival Mondo Ichnusa sono stati schierati per la prima volta fuori dal capoluogo i corpi antiterrorismo, che vennero assegnati a Cagliari all’indomani degli attacchi parigini dello scorso novembre. Tanto per capirci si tratta di robocop con il passamontagna e un fucile di un metro in mano…

Sarebbe il caso di trovare tanti modi a varie intensità per continuare a far sentire poco graditi questi omini in divisa per tenerci le città il più libere e pulite possibile, i motivi per farlo sono tanti e i modi pure, qualcuno ha iniziato, bisogna continuare.

Immagine

oltremisu

–PRESIDIO– Viveri liberi dalla necessità di fabbricare armi. –PRESIDIO–

STOP RWM

La fabbrica di armi di Domusnovas-Iglesias, di proprietà della RWM s.p.a, settore della Rheinmetal Defense, ha un ruolo centrale nella produzione e vendita di armamenti e ordigni a paesi coinvolti in conflitti bellici in tutto il mondo. Continua a leggere

Sabato 23 corteo ANTILEGHISTA, Cagliari Piazza Matteotti

Il 23 luglio il gruppo cagliaritano di Noi con Salvini ha intenzione di fare un corteo da Piazza Matteotti al palazzo del Consiglio Regionale al grido di ‘Stop Invasione’. Tutto ciò avviene a una settimana dall’omicidio di Fermo in cui Emmanuel, richiedente asilo politico nigeriano, ha trovato la morte per mano di un simpatizzante leghista e militante di Casapound. Continua a leggere

Succedeva 24 anni fa..

Il 15 Luglio del 1992 venne varata dallo stato italiano una delle più imponenti operazioni di militarizzazione interna degli ultimi decenni. L’operazione Forza Paris, che portò in Sardegna migliaia di soldati di leva, principalmente concentrati nel nuorese. Continua a leggere