La Regione apre le porte ai profughi I libici saranno accolti nelle scuole

Duecento posti letto sarebbero già pronti. Si guarda soprattutto alle scuole inutilizzate, ma anche a qualche ex caserma. Comincia a prendere forma l’operazione accoglienza per i libici che arriveranno in Sardegna.

Gli sbarchi potrebbero cominciare da un momento all’altro e il Viminale ha già fatto sapere che l’Isola si dovrà preparare a dare ospitalità a duemila persone in fuga dalla guerra. Si punta sul soggiorno diffuso , con la distribuzione dei migranti in cerca di asilo politico un po’ in tutte le province.

IL VERTICE Dalla riunione organizzata ieri dalla Regione con le prefetture e gli enti locali è decollata la «cabina di regia» che diventerà il riferimento operativo per il piano d’accoglienza dei rifugiati. E alcuni comuni si sono già fatti avanti, dando la loro «disponibilità» a ospitare i cittadini nordafricani. In prima fila ci sono Cagliari, Oristano, San Gavino, Tempio, Senorbì, Erula e Giave.

UNIONE SARDA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...