Cagliari, arrivato in porto il traghetto con i settecento profughi tunisini

Cagliari, arrivato in porto il traghetto con i settecento profughi tunisini

il traghetto Catania della Grimaldi Lines

E’ già in rada di fronte al porto di Cagliari la nave Catania che trasporta circa 700 emigranti tunisini giunti nei giorni scorsi a Lampedusa e destinati ad essere accolti in una struttura dell’Aeronautica Militare situata in viale Elmas, a pochi passi dalla piazza Sant’Avendrace. Le più grandi perplessità poste da Regione e Comune nascono dal fatto che la struttura si trova molto vicina al centro urbano.

L’imbarcazione starebbe aspettando il via libera da Cagliari e le ultime fasi dell’allestimento, coordinato dalla Prefettura, della struttura all’ingresso della città. Lo sbarco è previsto nel primo pomeriggio, probabilmente nel Porto canale. E’ previsto uno screening delle persone, una visita medica e la loro identificazione.

ISPEZIONE A ELMAS – La mattinata di eri è cominciata con un sopralluogo alla struttura dell’Aeronautica militare di viale Elmas destinata ad ospitare i nordafricani, tutti di nazionalità tunisina. Niente tendopoli, dunque, dopo la protesta dei sindaci dell’Anci riuniti ieri a Oristano per fare il punto della situazione sull’emergenza profughi e clandestini. Al sopralluogo a Elmas era presente anche il prefetto di Cagliari Giovanni Balsamo: edificio a posto, questo il risultato dell’ispezione. Subito dopo è arrivata la convocazione del vertice in Prefettura per organizzare le operazioni di sbarco e trasferimento dei migranti dal porto alla struttura militare. La riunione, alla quale hanno partecipato Capitaneria di porto, Guardia Costiera, Polizia e Carabinieri, è cominciata alle 13 e si è conclusa dopo una quarantina di minuti. Bocche cucite al termine dell’incontro: si è trattato di una sorta di divisione dei compiti per la gestione dei delicati momenti dell’arrivo in Sardegna della nave con i nordafricani. Non è ancora certo l’orario esatto dell’approdo a Cagliari, forse al Porto canale: gli ultimi dettagli saranno definiti tra stanotte e domani mattina.

I COMUNI: SERVONO GARANZIE – Appena ieri l’Anci e i Comuni avevano garantito la disponibilità a collaborare col Governo nazionale per far fronte alla emergenza umanitaria legata all’arrivo di migliaia di migranti provenienti dai Paesi del Nord Africa. Ieri, infatti, è stato approvato un ordine del giorno (articolato su sei punti) con cui i sindaci dell’Isola chiedono chiarezza e univocità di scelte da parte della cabina di regia nazionale sul numero dei profughi destinati alla Sardegna e una preliminare verifica sulle possibilità di rimpatrio e di soluzioni alternative alle tendopoli.

CAPPELLACCI – “Esprimiamo forte dissenso per il metodo e per la scelta del sito che è del tutto inadeguato sia per l’accoglienza umanitaria, essendo una struttura in abbandono, sia per quanto concerne la sicurezza trovandosi nell’immediate vicinanze del centro abitato”. Lo hanno dichiarato il presidente della Regione Autonoma della Sardegna, Ugo Cappellacci, e il vice presidente, Giorgio La Spisa. Gli amministratori regionali hanno espresso il loro dissenso dopo il sopralluogo effettuato oggi nel deposito dell’Aeronautica Militare, a un chilometro dal centro storico di Cagliari, scelto per ospitare i profughi in arrivo da Lampedusa. “Regione e Comuni – hanno proseguito Cappellacci e La Spisa – si trovano a dover fare i conti con una decisione calata dall’alto. Questa disposizione non tiene conto degli incontri fatti a Roma nei quali la Sardegna, come la gran parte delle Regioni italiane, aveva manifestato disponibilità all’accoglienza, precisando che la scelta dei siti sarebbe dovuta avvenire nella massima condivisione con le comunità locali. Oggi siamo di fronte ad un scelta incomprensibile che non riflette quanto concordato con il Ministero”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...