Forza Italia presenta una mozione contro il “fenomeno” dei parcheggiatori abusivi.

Forza Italia presa dalla noia rispolvera vecchie passioni razziste. In questi giorni ha presentato una mozione in consiglio comunale per reprimere il “dilagante e pericolosissimo” fenomeno dei parcheggiatori abusivi. Nella mozione si richiedeva un intervento più deciso della Polizia Municipale e un controllo maggiore. Il documento è stato bocciato con 16 voti contrari del centrosinistra. “Ho già esposto il problema al Questore e Prefetto – ha spiegato il sindaco Zedda – ma al momento non risultano denunce, esposti, o segnalazioni alle autorità competenti, quindi non si possono adottare provvedimenti repressivi”, non si capisce se con questa dichiarazione il primo cittadino cagliaritano auspichi quasi l’arrivo delle denunce….mah…

La risposta dei Forza Italioti, “il fenomeno è preoccupante ed è sotto gli occhi di tutti – ha sottolineato il capogruppo di Fi, Giuseppe Farris – Si tratta di un’attività punita con sanzioni amministrative, e se accompagnata con l’estorsione, come spesso capita, è prevista la reclusione da cinque a dieci anni. In ogni caso l’attività dei parcheggiatori abusivi incide sulla libertà personale degli automobilisti, rendendo sempre meno sicura la città”.

“Il fatto che non esistano denunce non vuol dire che il fenomeno non sia allarmante – ha precisato Stefano Schirru, Fi – Stiamo forse aspettando che succeda qualcosa di grave per intervenire? I parcheggiatori abusivi sono ormai ovunque, soprattutto davanti agli ospedali dove le persone non vanno per svago, e sono sempre più insistenti”.

Le due dichiarazioni non meritano commenti… Val la pena ricordare che da anni ormai va avanti una campagna contro i migranti che lavorano per strada, siano essi parcheggiatori, venditori o altro. Sono voli pindarici in malafede i racconti di estorsione o minaccia, e ancora di più le paure di “succeda qualcosa di grave”, negli ultimi anni le cose più gravi infatti sono capitate proprio ai migranti che più volte sono stati pestati dai vigili urbani. Da ricordare il caso di un migrante ammanettato a un palo e poi picchiato e di un venditore di rose picchiato da un militare in licenza…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...