Un grido d’aiuto da Lampedusa

Al centro di uno scontro violentissimo nel
mezzo del mediterraneo, stretta fra un incontenibile
flusso migratorio e la violenta repressione europea,
l’Isola di Lampedusa è sempre più militarizzata, e
imbrigliata tra reticolati e barriere elettromagnetiche.
Gli isolani si trovano oltretutto ad avere una delle
più alte concentrazioni di radar riscontrabili al mondo
in un territorio, cosiddetto, civile, e una incidenza di
tumori che è tra le più alte della Sicilia (seconda solo alla
città di Catania), il che sarebbe assurdo per un territorio
in cui non si trova nessun tipo di impianto industriale.

Buona parte della popolazione non sopporta più questo
stato di cose e cerca di organizzarsi, qualche giorno fa,
il 4 Novembre, hanno impedito che oscene celebrazioni delle
forze armate si tenessero al centro della cittadina.
Vedete un pò questo video:

https://www.youtube.com/watch?v=J_N2Dle-fGQ

Il radar che spara alle spalle del signore barbuto che parla
è proprio quello che abbiamo buttato fuori a pedate dalla
Sardegna: L’EL/M 2226 della israeliana ELTA System, gestito dalla Guardia
di Finanza.

NO RADAR E  NO BASI NE IN SARDEGNA NE ALTROVEDouvresradar1-e1410772372259-702x336

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...