CAMPEGGIO ANTIMILITARISTA A CAGLIARI – PROGRAMMA!!!

Programma campeggio:

OGGI 11 OTTOBRE 2015 MANIFESTAZIONE ANTIMILITARISTA ALLE 18 A CAGLIARI. CONCENTRAMENTO PIAZZA D’ARMI.

IL CAMPEGGIO SI TROVA NELLA EX CAVA DI MONTE URPINU (VICINO AGLI ORTI URBANI) VIA RAFFA GARZIA. PER CHI VOLESSE RIMANE L’APPUNTAMENTO STAMANI 9 OTTOBRE, FINO ALLE 11 IN PIAZZA DEL CARMINE.

12077522_1052861121421420_725149282_n

 

Venerdì 9 ottobre: Dalle 9 alle 11 accoglienza in piazza del carmine – apertura del campeggio nella ex cava a Monte Urpinu- Nel pomeriggio iniziative in citta’ 21.00 cena – assemblea del campeggio Sabato 10 ottobre 18.00 assemblea sulle prospettive di lotta antimilitarista e contro la trident juncture – PRESENTAZIONE DEL NUOVO CALENDARIO DELLE ESERCITAZIONI IN SARDEGNA A seguire cena Domenica 11 ottobre Mattina Assemblea conclusiva Pomeriggio corteo Il programma potra’ subire variazioni per questioni meteo, per colpa degli sbirri o per imprevisti.

PORTA TENDA, SACCO A PELO, PIATTO E POSATE.

IL LUOGO DEL CAMPEGGIO VERRA’ RESO NOTO DOMANI MATTINA, QUINDI VEDIAMOCI ALL’ACCOGLIENZA!!

CAMPEGGIO ANTIMILITARISTA DI LOTTA – DINTORNI DI CAGLIARI

9-10-11 OTTOBRE 2015

Dalla mobilitazione contro il poligono di Capo Frasca del 13 settembre 2014, le iniziative e le azioni dirette contro la presenza militare in Sardegna si sono moltiplicate e diversificate per provare ad inceppare il meccanismo della guerra.

Tagli delle reti, rallentamento dei mezzi e blocco delle esercitazioni hanno tolto la “necessaria serenità” allo svolgimento delle attività militari.

Forti di questa esperienza e sulla scia del corteo dell’11 giugno 2015 a Decimomannu, come Rete No Basi né qui né altrove abbiamo deciso di indire per il secondo fine settimana di ottobre un campeggio di lotta antimilitarista.

Questi tre giorni vogliono continuare ed affinare le forme di lotta praticate fino ad ora, con l’obiettivo di sabotare l’apparato militare e tutto ciò che ci gira intorno. Per questo ci piacerebbe una partecipazione attiva e un contributo da parte di tutti e tutte, che possa poi essere spunto per una riproducibilità delle pratiche nei propri contesti e territori.

Il campeggio inoltre vuole fare da trampolino di lancio per la mobilitazione internazionale, chiamata per la seconda metà di ottobre, contro l’esercitazione Trident Juncture 2015.

Con questa esercitazione la NATO intende testare la sua forza di intervento sul breve periodo, preparandosi ai sempre più probabili conflitti sui fronti mediorientale, nordafricano e russo.

36000 uomini, centinaia di mezzi, aerei e navi spareranno in Sardegna , Sicilia, Spagna e Portogallo. Per questa esercitazione, la più grande dal 2002, la NATO impone ancora una volta il suo tributo in termini di inquinamento, sfruttamento di risorse e militarizzazione dei territori per allenarsi alla guerra.

Così come è stato per le esercitazioni della brigata Ariete, della brigata Aosta e la STAREX, non possiamo renderci complici di tutto questo, non facciamoli stare tranquilli.

Proposta mobilitazione contro la Trident

SCARICA DOCUMENTO INFORMATIVO SULLA TRIDENT JUNCTURE 2015

 campeggio

Annunci

13 risposte a “CAMPEGGIO ANTIMILITARISTA A CAGLIARI – PROGRAMMA!!!

  1. Una semplice curiosità: perché “lascia a casa il cane”?

    • ciao scusa se ti rispondiamo solo ora.
      La richiesta è pensata principalmente per tutelare i nostri amici a quattro zampe che a volte in queste situazioni non possono ricevere tutta la tutela di cui hanno bisogno. in secondo piano c’è la questione della gestione, non tutti i padroni sono affidabili, precisi e puliti nel portare il loro cane in una situazione come un campeggio di lotta. meglio evitare scazzi andCo
      saluti

  2. Siete dei buffoni!! Andate a lavorare! A voi non vi tocca perche vivete come dei parassiti sulle spalle di chi vi paga per scrivere queste cazzate! Siete di PACIFINTI del cazzo e le vostre bambinate fanno ridere i polli, non vi segue nessuno perchè la gente ha da lavorare e pensare a come campare, non come voi che siete tutti figli di papà ed il vostro ultimo gioco è quello di imbrattare i muri con le vostre boiate! Ma perche non giocate con altro?? Ridicoli!!! Vediamo se lo pubblicate questo!

    • Un consiglio? Stai zitto!! Se questi eventi ti danno fastidio ,stai zitto….fai una figura sicuramente migliore …..o anzi perché non vai a vivere nella zona di quirra a mangiarti un po’ di residui delle esercitazioni??

  3. Oh buffone! Ma perché non pubblichi il mio commento? Ti da fastidio la verità eh? Ti rode che si sappia in giro che siete pagati per queste puttanate? Si vede che proprio non ce ne frega di lavorare perché tanto stai meglio a fare il parassita! Oh vedi che ci sono gli sconti sulle vernici così puoi imbrattare altri muri con le tue fesserie! Vai a lavorare zingaro!

  4. …è sempre bello ricordarsi che antimilitarismo per molti significa “fancazzismo”. Peccato che la dura verità sia che gli antimiliaristi, non solo lavorano come tutti i comuni mortali dato che non fanno questo di professione, ma lavorano il doppio e gratis per organizzare incontri, marce, documentare, scrivere e divulgare notizie. Per di più, notizia dell’ultima ora, ;), non è affatto vero che non li segue nessuno!

  5. Chi lavora non ha tempo da perdere in buffonate e porcate di questa portata. voi siete dei mantenuti, e quindi avendo dietro la politica che vi sostiene, potete dedicarvi alle vostre inutili idee.

  6. vampire@skyemail.netMarc

    Ma si può sapere il luogo de sto campeggio? Come faccio ad organizzarmi da Roma?

  7. vampire@skyemail.netMarc

    È molto lontano Il punto d’incontro dal campeggio? Sono a piedi

  8. vampire@skyemail.netMarc

    La stazione FS è vicina al porto?

  9. Pingback: Sardegna terra di guerra: servitù militari e lotte antimilitariste | Radiocane

  10. Ragazzi davvero massima solidarietà,ma credo anche massima onesta nel dirvi che questa volta si fa fatica a capire che cosa stavate cercando di fare.
    Sinceramente questo campeggio antimilitarista è parso qualcosa di cervellotico, staccato dal contesto e per certi versi controproducente. Sopratutto dopo la recente manifestazione che comunque aveva raccolto un certo numero di adesioni nonostante diverse pecche organizzative e sopratutto di gestione degli eventi. Ma questo sembra davvero un passo indietro verso certe tendenze autoreferenziali e isolazioniste. Le manganellate si possono prendere e pure le denunce ma si deve fare di tutto per evitarle e rendere il compito difficile a chi le lancia, così si prepara solo il terreno fertile alle prossime repressioni e si porta davvero poca acqua al mulino della lotta. Poi se pretendete di chiudere le basi in 100 beh ragà… è come guardare uno che si lancia in un precipizio di 100 metri, qualcuno dirà che è coraggioso molti che è stupido, difficilmente troverà qualcuno disposto a seguirlo.
    Saluti libertari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...