Esercitazioni militari in Sardegna: a settembre scatta Trident Juncture la più grande esercitazione NATO dal 2002, proviamo a vedere cos’è.

La Trident Juncture viene varata a Dicembre 2014, gli alti vertici NATO parlano di un’esercitazione con più di 25.000 uomini, impiegati fra Italia, Spagna e Portogallo. Il periodo stabilito è l’inizio dell’autunno 2015, da fine Settembre al 16 Ottobre con la sistemazione logistica e la fase simulata, fino al 6 Novembre con la fase live. 

Lo scopo principale dell’esercitazione dovrebbe essere la creazione di una forza di intervento rapido, da sommare a quella già esistente composta da circa 35.000 uomini.

Il 3 Giugno, a pochi giorni dal corteo di Decimomannu contro la Starex, esce la notizia che la Trident subirà una modifica dal progetto originale, non sarà più ospitata anche dalla Sardegna perchè “per operazioni di tale portata non sussistono le condizioni per operare con la sufficiente tranquillità”, le esercitazioni aeree previste a Decimomannu vengono dirottate a Trapani. La preoccupazione di una deputata trapanese produce un’interrogazione parlamentare (16 Giugno) alla quale la ministra della difesa Pinotti risponde confermando il piano originale che vedeva coinvolta anche la Sardegna, ed evitando la chiusura al traffico civile dell’aeroporto di Trapani. Questo dietrofront viene reso pubblico dalla stampa sarda l’1 Agosto, che inoltre precisa una connessione fra la T.J e l’esercitazione Mare Aperto, il che vuol dire fuoco dal mare e dal cielo a Teulada nella seconda metà di Ottobre.

La Trident sarà guidata dalla nuova base NATO di Lago Patria a Napoli, secondo le più recenti fonti giornalistiche vi parteciperanno 36.000 soldati, più di 200 aerei e almeno 50 navi. Lo scopo non dichiarato ma abbastanza palese è quello di preparare la guerra alla Russia e migliorarsi ancora di più in fatto di guerra preventiva. La militarizzazione del mediterraneo sarà impressionante. Ecco come la presenta la NATO.

Proviamo a capire quale sarà il ruolo dei poligoni sardi:

le mobilitazioni dell’ultimo anno hanno indotto i vertici militari ad andare cauti nel divulgare informazioni sensibili, addirittura hanno scelto a Giugno di scaricare la tensione del corteo contro la Starex con la favoletta dello spostamento dalla Sardegna della Trident. A Gennaio ritardarono il più possibile l’uscita pubblica del calendario delle esercitazioni del primo semestre 2015 e così ora stanno facendo per quelle del secondo e per la Trident. Non avendo in mano questi documenti si può immaginare consultando i calendari degli scorsi anni cosa succederà tra Ottobre e Novembre, infatti non è il primo anno che a Teulada si svolge la Mare Aperto.. Inoltre un’esercitazione di questa portata non può chiaramente rimanere nascosta, quindi ecco che frugando su internet si trova molto materiale (tra cui l’interessante conferenza stampa di presentazione) da cui si possono estrapolare interessanti informazioni, come ad esempio la partecipazione di organizzazioni umanitarie non governative, di cui però i generaloni, nonostante l’enfasi con cui ne parlano, non rivelano i nomi…. In ogni caso trattandosi di un esercitazione che prevede principalmente l’uso di aerei e navi da guerra si può affermare con buona sicurezza che l’aeroporto di Decimomannu e il poligono di Teulada saranno protagonisti assoluti dell’esercitazione. Teulada lo sarà nella seconda metà di Ottobre, quando, come già detto, decine di navi da guerra di mezzo mondo si disporranno al largo delle sue coste per bombardamenti di ogni tipo. Per Decimo è più difficile ad oggi intuire in quale periodo ci sarà più movimento sulle piste, ma è anche più facilmente controllabile e udibile visto che difficilmente il rombo di decine di cacciabombardieri passa inosservato.

Quindi un orecchio al cielo, un occhio al mare e uno al computer per capire il prima possibile le mosse del nemico.

Mobilitiamoci, Non facciamoli stare tranquilli.

Nonostante la quantità di notizie circolanti in rete non è facile fare una descrizione approfondita sulla Trident Juncture, questo articolo vuole essere un primo contributo per stimolare l’informazione e un confronto anche in vista delle prossime iniziative antimilitariste. Non può quindi avere pretese di completezza o esattezza, in merito a questo ogni contributo è ben gradito. SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...