Carcere di Uta: auto agenti penitenziaria danneggiate

Da cagliaripad.it:

L’ultimo episodio ieri ai danni di un agente in servizio. Lo denuncia il sindacato Fns Cisl che, con una nota inviata tra gli altri al direttore del carcere e al provveditore dell’amministrazione penitenziaria, chiede un intervento urgente.

Alcune auto degli agenti della polizia penitenziaria in servizio nel carcere di Uta, parcheggiate in un’area adiacente all’istituto penitenziario, ultimamente vengono danneggiate.

L’ultimo episodio ieri ai danni di un agente in servizio. Lo denuncia il sindacato Fns Cisl che, con una nota inviata tra gli altri al direttore del carcere e al provveditore dell’amministrazione penitenziaria, chiede un intervento urgente.

“Il 13 maggio scorso il sindacato segnalava la scarsa sicurezza del parcheggio al direttore chiedendo anche di adottare provvedimenti risolutivi – scrive il segretario generale Nino Manca – il direttore rispondeva che l’Amministrazione non poteva fare nulla in quanto vi era anche un contenzioso con la ditta che aveva fatto i lavori. Il risultato: auto di colleghi prese di mira che hanno subito danni per migliaia di euro. Non si può continuare ad andare avanti specialmente quando viene a mancare la sicurezza nei luoghi esterni al penitenziario che sono in uso alla Polizia penitenziaria”.

Il sindacato, segnalando “la scarsa illuminazione intorno al penitenziario e la mancanza di videosorveglianza”, chiede che l’amministrazione intervenga in tempi non biblici a mettere in sicurezza le aree interessate, sia quella del parcheggio che di tutto il perimetro”. Ma non solo.

“L’Amministrazione – aggiunge Manca – chieda supporto, visto il numero esiguo di unità a disposizione, ad altre forze dell’ordine per il controllo del perimetro esterno interessando direttamente anche il Prefetto. Si avviino delle indagini mirate affinché vengano date risposte certe al personale che ha subito i danni alle proprie auto, non escludendo che queste azioni delinquenziali potrebbero trattarsi di veri e propri atti intimidatori contro il Corpo di Polizia penitenziaria”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...