Nuovi provvedimenti in arrivo per gli antimilitaristi

Le agenzie di stampa e i quotidiani di oggi riportano la notizia di 54 denunciati dalle forze dell’ordine per gli scontri del 23 novembre scorso al poligono di Capo Frasca.

I reati contestati sono resistenza a pubblico ufficiale, violenza, lesioni personali e danneggiamento.

Riportiamo dalle fonti: “In quei momenti la tensione si era alzata al massimo, con lanci di pietre e cariche di alleggerimento delle forze di polizia. Il bilancio conclusivo era stato di dieci feriti tra gli agenti. Oggi è arrivata la conclusione delle indagini da parte della Digos che ha presentato la denuncia per i 54 manifestanti”.

“I denunciati sono stati identificati grazie ai filmati e video, molti di questi pare siano appartenenti ai gruppi antagonisti. Nonostante gran parte delle persone coinvolte negli scontri e nel lancio di sassi contro le forze dell’ordine avessero i volti coperti, gli agenti sono riusciti ugualmente a identificarli”.

“Una attenta analisi e un lavoro certosino della Digos ha consentito di arrivare a tutti i responsabili”, spiega il Questore di Cagliari Danilo Gagliardi, ricordando che oggi è entrata in vigore la nuova normativa sulla sicurezza urbana che prevede anche l’arresto in differita per chi si rende responsabile di violenza a persone o cose in occasione o durante le manifestazioni pubbliche”.

“Ho letto le dichiarazioni riguardanti la prossima manifestazione del 28. Ricordo a tutti – conferma Gagliardi – che da oggi si può procedere con l’arresto in differita. La Questura di Cagliari l’applicherà la nuova norma puntualmente e chirurgicamente nei confronti di chi si renderà responsabile di violenze o episodi simili”.

Come fa notare il questore di Cagliari tra poco più di due settimane ci sarà un nuovo corteo contro la presenza militare in Sardegna, precisamente il 28 aprile a Quirra. Probabilmente non è quindi un caso che le denunce siano arrivate proprio a ridosso di questo nuovo appuntamento, con il chiaro intento di scoraggiare le persone a partecipare o dimostrare la stessa determinazione vista il novembre scorso. Anche la minaccia dell’applicazione alla lettera del neo decreto Minniti si allinea su questa posizione.

Dopo i decreti penali di Marzo ecco quindi queste nuove denunce, non ancora notificate, ma annunciate dal questore.

Questore Gagliardi che in questo periodo si sente in gran forma, oggi è arrivata la convalida di ben 54 DASPO (si vede che questo numero gli porta fortuna…) per gli scontri di Sassari del 25 Marzo, in questo caso le persone sottoposte al provvedimento sono state scelte solo perché erano sui pullman che facevano ritorno a Cagliari. L’aria che tira potrebbe non sembrare buona, ma anche prima del 3 novembre il buon Gagliardi sembrava in gran forma, diede 31 fogli di via in meno di un mese, e poi si sa come è andata a finire…Quindi nel dubbio, ahiò a Quirra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...