Per chi suona la campanella

Al carcere di Massama la campanella non suona per ora.  La scuola non apre i battenti per i detenuti, mentre nelle carceri sarde sarebbero iniziati i corsi previsti, nel carcere oristanese il direttore giustifica il blocco scolastico con la dicitura “gavi motivi” senza specificare quali essi siano. I detenuti dimostrano il loro disappunto anche perchè significa ritardare corsi già iniziati o difficoltà nell’intraprendere un percorso scolastico.

Nelle carceri sarde negli ultimi tempi la tensione sembra piu’ alta. Si contano diverse aggressioni ai secondini e le condizioni di vita sono sempre piu’dure. Il sovraffollamento sopratutto nei periodi estivi rende la vita nelle carceri sempre piu’ difficile e sicuramente le angherie di sbirri e direttori non addolciscono la pillola. Dal canto loro i sindacati di polizia continuano una litania ormai giornaliera per rinforzare il personale e addirittura si lanciano nel marasma delLe proposte chiedendo il trasferimento dei detenuti “fastidiosi”. L’autorità si sa, non sopporta voci contrarie.

Nel fantomatico discorso sul reinserimento sociale e sulla rieducazione che sottende al carcere sono palesi le falle. L’illusione che il carcere sia un luogo da cui uscirne migliorati è solo nella mente delle fate e dei folletti dei boschi. La sospensione delle attività come quella scolastica a Massama, o nell’accesso premiale alle attività extra si riscontra un sistema basato solo sulla coercizione fine a se stessa perchè altrimenti, vista l’importanza che viene data a queste attività, non basterebbe certo il prurito di un direttore a sospenderle, anzi.

Il carcere resta sempre un luogo di tortura, resta sempre un sistema da abbattere.

SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...