Cronaca di un picchetto anti sfratto

Oggi in via Baccaredda si è tenuto un picchetto antisfratto contro il tentativo di sgombero da parte di AREA : l’ente regionale che si occupa di alloggi che vorrebbe riappropriarsi di un appartamento occupato da qualche anno.

Ai danni dell’occupante ragazza madre è in piedi un progetto di sfratto che ormai va avanti da 5 tentativi di accesso. Ormai sembra consolidata la pratica degli ufficiali giudiziari di presentarsi con al seguito una o due pattuglie ed in questo caso ne sono piovute dagli antri della questura ben 3.

Insieme all’ufficiale giudiziario ed alle solerti guardie si è presentato un signore con polo ed occhiali scuri che, dopo diverse insistenze, si è palesato come medico della ASL ed ha certificato che la sfrattanda fosse nelle idonee condizioni di salute per essere sbattuta fuori di casa.

Gli sbirri hanno tentato, senza successo e forse con qualche denuncia, di forzare l’accesso perchè a loro dire avrebbero voluto “verificare le condizioni” ma i solidali del Movimento di Lotta per la casa presenti hanno impedito il loro ingresso con qualche strattone.

L’ufficiale giudiziario ha quindi convocato la Digos e fatto mille telefonate per poi concedere un rinvio al 22 novembre.

Continuano così i tentativi di AREA di riappropriarsi degli immobili occupati attraverso mille sotterfugi : dall’invio dei medici, alla presenza dei funzionari dello stesso ente e degli avvocati di parte trasformando così i picchetti in un braccio di ferro continuo con questi abbietti figuri.

la presenza di solidali è stata fondamentale per evitare lo sfratto e la contrapposizione attiva sembra , per ora, una pratica vincente nel momento emergenziale dello sfratto.

Servirebbe una riflessione per variare le pratiche e spiazzare la repressione.

La casa è di chi l’abita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...