ASSURDITA’

Il 5 aprile scorso, un detenuto ucraino viene portato, dal carcere di Uta in gravi condizioni all’ospedale Santissima Trinità dopo aver inalato del gas.

L’assurdità sta nel fatto che viene considerato spacciato ed in coma irreversibile dalle autorità carcerarie che fanno scattare addirittura le pratiche per la donazione degli organi, mentre invece risulta in rianimazione da piu’ di 18 giorni e quindi ancora in vita.

Ora , sperando che si riprenda in pieno e che possa usufruire del fatto che risulti “libero” in quanto fuori dalla giurisdizione carceraria, l’assurdo sta nel fatto che il carcere sia intermediario anche della vita e della morte dei prigionieri. Il doversi affidare ai carcerieri che possono decidere sul tuo status di essere umano in vita o meno è una delle assurdità del regime carcerario. Le comunicazioni tra il dentro ed il fuori dalle galere, specie in ambito sanitario è un incubo per chi, parenti e amici, compagne e compagni deve aspettare notizie dalle guardie circa la salute e le condizioni dei prigionieri. In casi come questo possiamo capire quale sia la loro affidabilità.

In questo caso speriamo che la situazione possa mettersi al meglio per il detenuto e che quindi possa rimettersi e volare via ma riflettiamo su cosa il carcere sia : un buco nero di sopraffazione in cui la tua vita, letteralmente, viene decisa da secondini e medici compiacenti ed in cui la tua salute vale poco e la tua libertà ancora meno.

Il carcere è tortura, psicologica e mentale.

fuoco alle galere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...