Continua la pioggia di provvedimenti giudiziari per le giornate di lotta dei pastori del febbraio scorso

Dopo perquisizioni, fogli di via e avvisi orali, ecco che sono arrivate le prima misure cautelari per le giornate di lotta dei pastori dello scorso febbraio.

Sono stati notificati 14 obblighi di dimora per alcuni assalti alle autocisterne del latte.

I giornali sardi parlano di altre 50 denunce per i blocchi nell’oristanese.

Come volevasi confermare quando una lotta tocca gli interessi padronali, lo stato interviene veloce e pesante per spaventare e reprimere coloro che hanno assaporato il gusto dell’azione e hanno gioito vedendone l’efficacia.

In tutto questo gran da farsi di procure e digos la situazione dei pastori, della filiera e del prezzo del latte è ancora disastrosa, Salvini e Centinaio non hanno fatto altro che prendersi gioco dei pastori con false promesse. Non ci resta che sperare che presto torni a soffiare il vento di ribellione sentito questo inverno, e che questi provvedimenti non lo fermino.

Solidarietà ai colpiti dalla repressione.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...