Uta – Di carcere si muore

Veniamo a sapere che l’8 Ottobre un detenuto, giocando a calcio nel campetto della struttura detentiva di Uta, ha avuto un infarto. È stato trasportato in ospedale, dove gli è stata impiantata una sonda nella gamba ed è stato tenuto là fino all’11 ottobre quando l’hanno riportato in carcere.

Ma il giorno dopo, il 12, è stato trovato morto.

Non abbiamo purtroppo in questo momento ulteriori notizie o informazioni, quindi ci limitiamo a diffondere la notizia. Cercheremo di fornire aggiornamenti.

Mandiamo un abbraccio ed esprimiamo vicinanza con i suoi famigliari.

Che il carcere di Uta sia una struttura di morte e sofferenza non ci stupisce, del resto la qualità della vita e delle infrastrutture è nota a tutti. Dai topi, ai vermi, alla mancanza d’acqua, alle scarse cure mediche, fino ai buchi nei fondi destinati alle ristrutturazione (uscita oggi la notizia della chiusura indagini, dopo soli 5 anni).

Fino a quando delle galere non resteranno che macerie. Tutti liberi, tutte libere.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...