Archivi del mese: febbraio 2019

Sos sinnos della solidarietà

La repressione contro i compagni e le compagne ormai sta avendo sempre più connotati da caccia alle streghe e da rastrellamenti fascisti o da anni settanta. Prima a Torino poi a Trento e Cagliari gli artigli del nuovo ordine pacificatorio hanno stretto le maglie sulla carne dei nostri compagni, di coloro che credono sia doveroso prendere posizione sulla deriva autoritaria, securitaria e di sfruttamento. Continua a leggere

Annunci

SOLIDARIETA’ DALLA SPAGNA

 

REPRESIÓN FASCISTA EN ITALIA Y CERDEÑA

Compañerxs sardos nos han hecho llegar este comunicado, para el que piden difusión, sobre la situación desatada en Cagliari y otras ciudades italianas.

El Fascismo avanza si no se le combate.

“La rebelion que no es al mismo tiempo revolucionaria, no es nada”
Octavio Alberola, Ariane Gransac

“A nosotros nos quieren muertos porque somos sus enemigos y no les servimos para nada porque no somos sus esclavos”
Soledad Rosas

Continua a leggere

Trento – Il cuore oltre le sbarre

Un testo e un appuntam​ento diffusi a Trento in solidarietà con i compagni arrestati nell’operazione Renata:

IL CUORE OLTRE LE SBARRE

In attesa di un’analisi più approfondita, poche parole.

Un’altra “associazione sovversiva con finalità di terrorismo” (art. 270 bis) più una sfilza di reati contestati (dall’interruzione di pubblico servizio al danneggiamento, dal sabotaggio di apparecchi telematici all’”attentato con finalità di terrorismo”, dall’incendio al trasporto di materiale esplodente). 50 perquisizioni, 150 tra poliziotti e carabinieri mobilitati, intere strade bloccate, irruzione nelle case di agenti col passamontagna e il giubbotto antiproiettile. E, soprattutto, 7 compagni arrestati. Un’operazione in pompa magna – condotta sia dalla Digos che dal Ros -, con tanto di conferenza stampa dell’”Antiterrorismo” a Roma. E il consueto linciaggio mediatico.

Nessuna sorpresa. Non solo perché è l’ennesimo inchiesta per 270 bis, ma anche perché “fermare gli anarchici” era da settimane il ritornello preferito di questore, prefetto, magistrati, politici e giornalisti. Continua a leggere

SOLIDARIETA’ ALLE COMPAGNE ED AI COMPAGNI COLPITI DALLA REPRESSIONE

LE NOSTRE COMPAGNE, I NOSTRI COMPAGNI.

Dopo gli arresti dei compagni e delle compagne di Torino, sa zustissia si è palesata a Trento con 7 misure cautelari (6 in carcere e 1 ai domiciliari) e 21 indagati, due dei quali residenti e Cagliari.

Le accuse sono legate al famigerato 270bis e 280, altri per fatti specifici.

Come in altre occasioni, quando è lo Stato a praticare la sua “giustizia” sappiamo da che parte stare: vicino ai compagni e alle compagne con cui condividiamo il sogno e la pratica di una libertà agita in prima persona. Con alcuni compagni abbiamo condiviso momenti di lotta e di discussione, con altri ancora non abbiamo avuto l’occasione di guardarci negli occhi, eppure li sentiamo carne ed ossa della nostra stessa lotta perché abbiamo scelto di condividere una strada di vita, spesso difficile, ma che rivendichiamo come la più bella delle nostre scelte.

Sempre solidali e complici con i nostri compagni e le nostre compagne di Torino, Trento e Cagliari.
Stasera (20/02) cena di solidarietà in piazza San Domenica a Cagliari alle ore 19
 
Cullettivu S’IdeaLibera

Arresti in trentino – perquisizioni a Cagliari – DOMANI CENA DI SOLIDARIETA’ PIAZZA SAN DOMENICO

Stamattina alle 4 è scattata una mega operazione repressiva coordinata dai ROS di Roma e dalla procura di Trento, sono 7 le misure cautelari – 6 in carcere e 1 ai domiciliari – e 21 gli indagati, due dei quali residenti a Cagliari e ai quali stamattina è toccata una perquisizione operata dalla DIGOS locale, sono stati sequestrati computer e materiale informatico.

I reati contestati sono 270bis e 280 per la maggior parte degli indagati, altri invece hanno solo reati specifici. Per ora non abbiamo altre notizie, seguiranno aggiornamenti.

IN RISPOSTA A QUESTA NUOVA OPERAZIONE REPRESSIVA – CHE SEGUE DI 10 GIORNI QUELLA DI TORINO – INVITIAMO TUTTI E TUTTE A PORTARE SOLIDARIETA’ DOMANI SERA DALLE 19 IN PIAZZA SAN DOMENICO PER UNA CENA.

RISPONDIAMO UNITI CONTRO LA REPRESSIONE, NON LASCIAMO SOLI I COMPAGNI COLPITI, DIMOSTRIAMO CHE CHI LOTTA NON E’ SOLO E CHE LE LOTTE NON SI FERMERANNO.

 

 

 

Mercoledì 10 febbraio. BLOCCHIAMO TUTTO!

E’ andata proprio così, dall’alba al tramonto, e anche oltre, visto che al bivio di Lula (Sologo) la 131 dcn è stata bloccata fino a notte inoltrata.

La giornata di lotta è iniziata di nuovo in qualche strada sarda, con la notizia di alcune autocisterne fermate da un gruppo di “incappucciati” e migliaia di litri sversati nelle strade per continuare immobilizzare tutta l’industria casearia sarda. Continua a leggere

Detto Fatto

Si è parlato nel blog del corteo degli studenti a Cagliari del 13 febbraio, in solidarietà con la lotta dei pastori.

L’articolo si chiudeva con la speranza che questa bella giornata non rimanesse un caso isolato. Nemmeno il tempo di dirlo, ed ecco che per il giorno successivo viene subito indetto un altro appuntamento, di nuovo al Siotto alle 8:10. Continua a leggere

STUDENTI IN PIAZZA – UNA CRONACA

Ragazzi, domani non si entra scuola per solidarietà con i pastori”.

Girava questo messaggio ieri sera a Cagliari, nei telefoni dei più giovani. Dopo intere giornate di blocchi stradali, picchetti ai caseifici e sversamenti di latte, la rivolta dei pastori arriva anche nel capoluogo, spinta – inaspettatamente – dagli studenti delle scuole superiori, nel giorno in cui si riunisce il tavolo regionale per il prezzo del latte. Continua a leggere

STUDENTI IN CORTEO IN SOLIDARIETA’ AI PASTORI

Il 13 Febbraio gli studenti delle scuole superiori cagliaritane hanno dato vita ad un corteo selvaggio per le strade di Cagliari per dare solidarietà ai pastori sardi in lotta.

Migliaia di studenti hanno attraversato la città partendo dal liceo Siotto e dirigendosi verso il palazzo della regione di via Roma e poi facendo il giro da via Sonnino ,via Garibaldi e via Manno sono arrivati in viale Trento , altra sede del consiglio regionale. Continua a leggere

Altra giornata di lotta dei pastori

Oggi è stata un’altra grande giornata di lotta dei pastori sardi, tutto è partito alle 7 mattino quando all’interno del centro abitato di Burcei una quindicina di incappucciati ha fermato un camion cisterna del latte e ne ha svuotato per terra tutto il contenuto. L’autista ha pensato di rivolgersi ai carabinieri che invano hanno provato a cercare i responsabili che però nel frattempo erano già svaniti. Continua a leggere