Archivi categoria: Cronache antirazziste

Immagine

APRE L’OFFICINA AUTOGESTITA KASTEDDU

Annunci

Incontri-dibattiti con Raul Zibechi

L’appuntamento di Cagliari

zibechi

Il programma di tutti gli incontri:

ZIbechi_Sardegna.

27 APRILE – NON LASCIAMOLI TRANQUILLI

Riceviamo e pubblichiamo:

Al loro desiderio di emarginazione, sfruttamento e autorità

Rispondiamo con libertà, solidarietà e uguaglianza

Anche quest’anno il 25 aprile si celebra l’anniversario della liberazione dal nazifascismo.

Solo due giorni dopo i fascisti di CasaPound inaugureranno la loro seconda sede in città.

Spazio non conforme” lo chiamano, proprio loro che sono da sempre i tirapiedi dei potenti, che mirano a conformare la popolazione per piegarla agli interessi di chi comanda.

Sabato 27 aprile andiamo insieme alla loro inaugurazione per dimostrare a CasaPound, e a chiunque altro, che l’antifascismo a Cagliari è un principio che accomuna tante persone diverse ma unite dalla volontà di ostacolare i loro piani.

Se sentite di condividere questa sintetica chiamata divulgatela e se desiderate fatela vostra arricchendola con un contributo che rispecchi la vostra specificità e le vostre analisi.

Cagliari, 27 aprile 2019

NON LASCIAMOLI TRANQUILLI

Ore 17:00 via Dante, 74 (ex “Pizza 74”)

Chiediamo che non vengano esposti simboli o bandiere di nessun partito o organizzazione istituzionale.

Alcuni/e antifascisti/e kasteddai/e

 

Nicco LIBERO

Ieri è arrivata la bella notizia che il nostro carissimo compagno Niccolò è stato liberato.

Da qualche giorno era recluso nel carcere di Cuneo, dovrà firmare tutti i giorni presso il commissariato più vicino a casa sua.

Vallette, Ferrara, Ivrea e Cuneo, questo è stato il percorso detentivo che sbirri e giudici gli hanno fatto percorrere per cercare di isolarlo, di neutralizzare la solidarietà attraverso la corrispondenza, di fiaccarne lo spirito.

Siamo contenti di poterlo riabbracciare, ma adesso tocca agli altri e alle altre ancora prigionieri.

Daje  Nicco!

TUTTE LIBERI

Vive la france!

Riceviamo e pubblichiamo:

Ieri (24 marzo), dopo una due giorni di dibattiti e pranzi benefit in
solidarietà con l’Asilo di Torino in alcuni luoghi solidali a Parigi,
alcune compagne e alcuni compagni hanno dato vita a un presidio davanti
al Cra (il Cpr francese) di Vincennes.

Continua a leggere

Immagine

CORTEO CONTRO IL FASCIO-LEGHISMO – 23 FEBBRAIO H17 DA PIAZZA COSTITUZIONE, CAGLIARI

corteo 23

STASERA CENA IN SOLIDARIETA’ ALL’ASILO OCCUPATO ED AGLI ARRESTATI DI TORINO

 

Stasera 7/2/2019 dalle ore 19 e 30 al magistero (in via is mirrionis 1) “serata in solidarietà ai compagni di Torino”

ALLE 19 E 30 AGGIORNAMENTO SULLA GIORNATA E GLI ASPETTI REPRESSIVI

A SEGUIRE CENA E BIRRETTE tutto il ricavato sarà per sostenere i compagni arrestati stamattina.

Stamattina alle 5, è scattato lo sgombero dell’asilo occupato di via Alessandria a Torino (nella foto la resistenza allo sgombero ancora in corso).

s_4738944d74
Contemporaneamente venivano arrestati alcuni compagni con l’accusa di associazione sovversiva con finalità di terrorismo.
L’Asilo, occupato dal 1995, è da sempre al centro delle lotte portate avanti dai compagni a Torino e in Piemonte, il suo sgombero rappresenta un duro colpo reso possibile solo da una lunghissima serie di operazioni repressive ordinate dalla procura torinese che negli anni non ha lesinato su indagini e misure cautelari.

Gli arresti di oggi sono legati alle lotte contro i CIE portate avanti dai compagni e dalle compagne con ferma determinazione, vengono accusati di aver organizzato più di venti sabotaggi contro le ditte implicate nel funzionamento dei lager per migranti e nella macchina delle espulsioni.

Non ci interessa sapere se queste accuse siano fondate o meno, siamo solidali con loro e con le azioni di cui sono accusati.

Questo governo giallo-verde non sta facendo altro che accelerare i progetti repressivi coltivati negli ultimi vent’anni, sgomberi, arresti, retate, rimpatri, cariche, e militarizzazione sono la vera faccia di quello che doveva essere un governo del cambiamento.

A noi non resta che lottare, ognuno con le sue pratiche, cercando di sferrare i colpi più duri che possiamo a questo STATO di cose.

VI ASPETTIAMO NUMEROSI STASERA AL MAGISTERO PER DARE, ALMENO NEI TERMINI DELLA SOLIDARIETA’, UNA RISPOSTA IMMEDIATA E DECISA CONTRO QUESTA GRAVISSIMA OPERAZIONE REPRESSIVA.

TUTTI LIBERE

L’ASILO RESISTE

PARTECIPA E FAI GIRARE

asilo

Ecco che trattamento è stato riservato stamattina a uno dei presidi in solidarietà a chi resisteva sul tetto dell’Asilo.

Sgombero all’Asilo occupato

Da stamattina prima dell’alba L’Asilo occupato di Torino di via Alessandria 12 è sotto sgombero, decine di cellulari della celere chiudono tutte le vie intorno.

Cinque compagni sono riusciti a salire sul tetto e resistono, insieme allo sgombero la procura di Torino sta notificando anche un 270bis per le lotte contro i CIE e i CPR, per adesso ci sono stati tre arresti (non si sa se eseguiti all’asilo o in altre abitazioni) e non si sa quanti altri mandati di cattura debbano essere portati a termine.

Perquisita anche l’occupazione di Corso Giulio Cesare e fermati gli occupanti trovati all’interno.

Caricato il presidio di solidarietà, fermati vari solidali.

Le notizie sono raccolte principalmente da radioblackout, connettetevi allo streaming per altri aggiornamenti.

Ecco il  tweet della sindaca Chiara Appendino: “In queste ore le forze dell’ordine stanno portando a termine un’operazione di pubblica sicurezza nei locali dell’Asilo occupato. Intervento più volte richiesto nel corso degli anni e lungamente atteso dalla Città e dai residenti di Aurora, un quartiere che chiede semplicemente un po’ di normalità. Ringrazio la questura e gli agenti”. Non merita commenti…ma lunga memoria, specialmente per quelli che credono ancora che i pentastellati siano molto diversi dai loro amici della Lega.

 

Per chi è interessato appuntamento alle 11 al magistero

Immagine

manifesto 12last

Di Maio, bairindi tui puru!

Riceviamo e pubblichiamo:

Sabato 12 Gennaio il vice premier Luigi Di Maio ha tenuto a Cagliari, in piazza San Cosimo, un comizio in vista delle elezioni suppletive di domenica 20 Gennaio e le Regionali del 24 Febbraio. La notte prima qualche anonimo ha vergato per terra, proprio davanti a dove è stato montato il palco, una grossa scritta di colore bianco che recitava “Di Maio bairindi tui puru” e diverse altre scritte contro il governo giallo-verde e contro lo Stato. La notizia è stata resa pubblica dalla deputata pentastellata Manuela Corda, la quale ha definito gli autori delle scritte “ignobili delinquenti” e oltre ad aver invitato questi ultimi ad un dibattito democratico ha auspicato la loro individuazione da parte della polizia.

Ma che dibattito ci può essere con chi è complice della morte di centinaia di persone in mezzo al mare? 
Che dibattito ci può essere con chi ci promette una sicurezza fatta di poliziotti e telecamere ad ogni angolo?
Che dibattito ci può essere con chi governa ogni giorno le nostre vite?
Che Cagliari diventi una città sempre più ostile per i politici di ogni colore.
di-maio-bairindi-372x221