Archivi del mese: settembre 2019

Immagine

In una tenace ricerca dell’orizzonte

In una tenace ricerca

 

In una tenace ricerca dell’orizzonte

Comunicati di solidarietà con gli indagati dell’operazione “Lince”

Come di consueto ci piace raccogliere i vari comunicati di solidarietà che vengono pubblicati su internet ma non solo, vi auguriamo quindi buona lettura e vi chiediamo di aiutarci a completare il lavoro inviandoci alla nostra mail tutti quelli che trovate.

Continua a leggere

LOTTA&SOLIDARIETA’ – prossimi appuntamenti

Venerdì 4 Ottobre, piazza san Domenico (quella con la palma di fronte alla chiesa) – quartiere Villanova, Cagliari. Dalle 18 assemblea di aggiornamento sull’indagine di 270bis a seguire dibattito sulle lotte antimilitariste in vista del corteo del 12 ottobre e presentazione dello stesso. Durante la serata sarà anche possibile prenotare i posti sui pullman per il 12. A seguire cena in piazza benefit “operazione Lince”.

PIATTO E POSATE

Sabato 12 Ottobre, ore 15 corteo al poligono di Capo Frasca.

In aggiornamento, per segnalare eventuali altri appuntamenti scriveteci alla nostra mail.

NESSUNA PACE PER CHI VIVE DI GUERRA

Domani presidio al comando militare

Ieri una folta assemblea di indagati e solidali ha indetto un presidio di fronte al comando militare della Sardegna di via Torino a Cagliari.

Il presidio si terrà a partire dalle 17.30, con l’intento di rispedire al mittente le accuse di terrorismo, per chiarire una volta di più che se lottare contro l’oppressione e la violenza militare vuol dire essere colpevoli o addirittura terroristi, probabilmente lo siamo veramente in tanti, ma così non è! Chi genera terrore sono quelli che sganciano le bombe dagli aerei, che bombardano dalle navi, che usano le mine antiuomo e i missili comandati a distanza, che uccidono migliaia di persone in guerre e che hanno come unico scopo un infinito accaparramento di potere e risorse.

Abbiamo scelto il comando militare perché è il mandante occulto dell’operazione eseguita dalla procura che ha coinvolto 45 fra compagne e compagni, ma non solo, anche perché è il burattinaio che dirige l’occupazione militare della Sardegna.

IN SOLIDARIETA’ AI COLPITI DALLA REPRESSIONE

CONTRO L’OCCUPAZIONE MILITARE DELLA SARDEGNA

PER IL RILANCIO DELLE LOTTE ANTIMILITARISTE

DOMANI SABATO 21 SETTEMBRE ORE 17 E 30 PRESIDIO AL COMANDO MILITARE DELLA SARDEGNA – VIA TORINO – CAGLIARI.

foto_465858_550x340

Cagliari – 270bis indagini chiuse

Nel pomeriggio di ieri è arrivata la prima notifica della chiusura indagini di un fascicolo a carico di 45 persone, ritenute colpevoli di aver commesso dei reati durante la stagione di lotta contro le basi mlitari tra il 2014 eil 2017.

Per alcuni di essi le accuse formulate dalla procura cagliaritana sono di associazione sovversiva con finalità di terrorismo, per la parte più consistente degli indagati invece si tratta principalmente di reati legati alle manifestazioni di piazza.

Per i presunti appartenenti all’associazione sovversiva le accuse del pm Pani sono anche di dannegiamenti a varie aziende connesse al mondo della guerra (Vitrociset, RWM, Poste, Tirrenia), di aver organizzato dei campeggi antimilitaristi e di aver fatto in giro per la Sardegna e la penisola propaganda di un “antimilitarismo sovversivo”.

Non ci sono misure cautelari, e nel fascicolo che è stato notificato non vi è menzione neanche di eventuali richieste.

Con le poche carte a disposizione è difficile, anzi impossibile, fare un’analisi seria di questa operazione, si può solo notare quanto le indagini per 270bis siano uno strumento particolarmente utilizzato in questi ultimi tempi – ricordiamo in particolare le operazione Scintilla e Renata – , e nello specifico della situazione sarda ricordiamo che solo dodici mesi fa venne chiusa un’altra indagine associativa, che per fortuna poi non ebbe esiti particolarmente gravi.

Seguiranno aggiornamenti sia sulla parte tecnica che sulle varie iniziative che verranno organizzate nei prossimi giorni.

FACCIAMO VEDERE CHE LE LORO ACCUSE NON CI FANNO PAURA,

CHE CHI LOTTA NON E’ MAI SOLO.

 

 

 

 

RWM – tagli per 160 operai

Dai quotidiani on line

“Dal 15 settembre – si legge nel documento diramato ai lavoratori – il ritmo produttivo attuale di tutte le linee di produzione diminuirà, necessariamente, in modo significativo”. Continua a leggere

Sono iniziati i Rumori dal Mare

Da qualche ora è iniziata la due giorni di concerti e discussioni il cui ricavato andrà a sostenere il progetto della Cassa Antirepressione Sarda.

La location fino a poco fa segreta è stata svelata, si tratta dell’ex Budda Beach – ex Sky Beach, per raggiungerci prendete la strada per Capitana (sp 17) proseguite fino a che non trovate sulla vostra destra (venendo da Cagliari) un supermercato PAM, girate a destra a Stella di Mare 1 e proseguite finchè non ci trovate.

Se venendo incappate in sbirri segnalatecelo o via mail o quando arrivate sul posto.

Ogni altra eventuale news verrà comunicata su questo post.

Vi aspettiamo

fate girare

Bosa, danneggiato mezzo della Guardia Costiera

Dai giornali apprendiamo che a Bosa i militari della Guarda Costiera hanno ritrovato il loro battello di classe “Alfa” con le camere d’aria tranciate, causando varie migliaia di euro di danni. Al fianco dei militari si è erto il Sindacato Italiano Militari, di cui riproponiamo le lamentele:

“Ci si augura che l’ennesima vicenda di ingiustificabile e ignobile attacco contro il Corpo delle Capitanerie di porto induca una opportuna e improcrastinabile riflessione, con provvedimenti concreti, sul ruolo della Guardia Costiera come organo con delicatissime funzioni di P.G. e sull’esigenza di maggiore tutela del personale”. [E il sindacato rimarca anche l’importanza di] “prendere le distanze da tutti coloro che, invece di stigmatizzare e condannare con forza la portata criminale dell’intollerabile gesto simbolicamente rivolto contro lo Stato, paventano la penalizzazione delle attività di pesca e diportistiche, a seguito di legittime campagne di controllo che, peraltro, vengono intensificate nel periodo estivo, su specifiche direttive degli Organi centrali”.

Poverini!